Meglio pagare di più che tagliare ulteriormente la rivista

In merito all’editoriale Tanta montagna per fr. 14.50, in «Le Alpi» 01/2020

Con molta comprensione e uno stupore ancora maggiore ho letto l’editoriale dell’ultima edizione. In effetti, quello che la squadra di redazione compone in termini di qualità, contenuti e atmosfera in ogni numero di «Le Alpi» è un vero e proprio capolavoro. L’elevato standard professionale e la qualità rischiano di diventare cosa scontata. È inaccettabile che per uno o due franchi questa grandiosa rivista debba subire ulteriori riduzioni. A parer mio, la maggioranza assoluta dei fortunati lettori di «Le Alpi» mostrerebbe più comprensione a fronte di un aumento di un paio di franchi del prezzo della pubblicazione o della relativa quota societaria.

Le argomentazioni espresse nell’articolo in oggetto erano molto convincenti, e con grande riconoscenza auguro alla redazione il coraggio necessario per compiere il passo economicamente giustificato e ragionevole verso un corrispondente adeguamento dei costi.

Feedback