Muir Wall, Cervino e Netsuke

Nuove vie e problemi risolti

Grandi pareti

El Capitan, Yosemite, California; 6 giorni, 1000 metri di roccia: a fine aprile, Silvan Schüpbach (34) e Dimitri Vogt1(20) hanno eseguito in libera I (5.13c, 33SL), un capolavoro riuscito sinora solo a tre altre cordate. Tecnicamente, la via era già stata percorsa nel 1965, ma la sua prima fu eseguita solo nel 2001 da Tommy Caldwell e Nick Sagar.

Chi invece ama il ghiaccio può rallegrarsi con la nuova via nella parete nord del Cervino, aperta il 15 e 16 marzo da Dani Arnold, Thomas Senf e Alexander Huber. Inizialmente, la Schweizernase condivide il percorso con la Gogna-Cerruti, ma poi sale diritta attraverso i grandi strapiombi della parte superiore della parete, dove la squadra ha allestito due assicurazioni intermedie e due soste. I tre valutano le difficoltà in VII+ e A4.

Vie

A fine aprile, in Vallese, Nils Favre ha ripetuto per primo Amazonie (9a). La via era stata aperta nel 2009 da François Nicole. Nils, in primo luogo boulderer, ha scoperto il suo entusiasmo per la corda durante una gita alle Gorges du Tarn.

A Lehn, Jonas Schild (25) ha ripetuto Mission Miranda (8c), mentre a fine aprile, a Kyparissy, in Grecia, Cédric Lachat ha eseguito la prima di Goriles Extension (9a). A metà aprile aveva arrampicato Capricorn (9a) a La Maison des Chèvres, per la quale ha proposto un declassamento in quanto aveva trovato una soluzione più facile. A Leonidio ha poi avuto ragione di un progetto aperto, Bat Patting, che valuta in 8c+/9a. Ancora in marzo, a Siurana, aveva anche ripetuto Estado Critico (9a). Ad aprile, a Charmey, Alexander Rohr (21) ha ripetuto Chromosome Y (9a), mentre ancora in marzo, a Posten Sarnen, era riuscito nell’ancora irrisolta Aktenzeichen XY (8c+). In Spagna, a Oliana, Katherine Choong ha arrampicato in marzo Full Equip (8c). Già a inizio anno vi aveva percorso Fish Eye e Mind Control, oltre a La Fabelita a Santa Linya (tutte 8c). In aprile, a Lehn, il bernese Remo Lehmann (22) ha percorso Hybris (8c+).

Blocchi

Per la sua prima dello highball Jamming, in Val Bavona, Samuel Ometz ha ricevuto le lodi dell’élite internazionale del bouldering, presente come ospite in Ticino. Qui ha pure fatto sue la prima di Le Frigo (Fb 8a+) e la ripetizione di The Shelter (Fb 8b), mentre a Plamproz ha aggiunto una partenza da seduto a BBC brown bovernier, valutandone la difficoltà a circa Fb 8b. Nel maggio 2016, Theo Chappex aveva aperto in Vallese Manhattan Reine Cantonale (Fb 8b+).

A Balsthal, in aprile, Kevin Heiniger ha avuto ragione del suo blocco sinora più difficile: Kryptos (Fb 8c), aperto da Franz Widmer. A Chironico, nonostante una ferita al ginocchio, ­Bap­tiste Ometz ha ripetuto Keinfisch (Fb 8a+), mentre in Val Bavona Giuliano Cameroni (20) ha ripetuto Off the Wagon (Fb 8b+), impiegando nell’impresa 12 giorni. Nel Magic Wood, Andrea Kümin ha arrampicato Foxy Lady (Fb 8a) e The right Hand of Darkness (Fb 7c+/8a), mentre quella vecchia volpe di Fred Nicole ha regalato alla scena una nuova chicca: in marzo, a Murg, ha infatti eseguito la prima di Netsuke (Fb 8b/c).

Feedback