Parlare di CO2 divertendosi

La valutazione delle emissioni di CO2 delle nostre proposte escursionistiche ha cambiato fonte. Ora utilizziamo Mobile-Impact, un simulatore di mobilità facile e ludico. Lo abbiamo provato per voi.

31 chili. È la quantità di CO2 che la nostra autrice Françoise Salamí ha risparmiato al nostro ambiente con il suo viaggio da Zurigo a Crans-Montana (pagina 51). Il verdetto è pronunciato dal simulatore Mobile-Impact, disponibile gratuitamente nel sito energie-environnement.ch.

Per raggiungere la partenza del suo itinerario attraverso le Alpi bernesi, Françoise ha percorso 240 chilometri in treno attraverso il Lötschberg e 18 chilometri in bus. Con l’auto, le sarebbe stato consigliata una deviazione su Losanna, cioè un po’ più di 300 chilometri. Con due persone in una vettura a benzina di dimensioni medie, il bilancio del tragitto sarebbe salito a 34 chili di CO2 per persona – contro i 3 chili dei mezzi pubblici.

Il peggio e il meglio

Per il medesimo tragitto, le emissioni per persona sarebbero state il doppio con un’auto sportiva, il triplo per un tragitto Zurigo-Sion con un piccolo aereo tipo Piper e 204 volte di più con un carro armato M1.

Ma si può anche fare di meglio. Optando per una vettura elettrica, le emissioni si sarebbero limitate a 0,5 chili per persona, ma il consumo di elettricità avrebbe raggiunto i 76 kWh a persona, equivalenti all’uso di un aspirapolvere da 1000 W di potenza durante tre giorni, quattro ore e 12 minuti. Se nella sua vettura media a benzina Françoise avesse caricato tre persone, le emissioni per ognuna sarebbero scese a 17 chili di CO2. Quanto all’opzione aviatoria, la combinazione di un volo di linea (Airbus A320) e dei mezzi pubblici avrebbe generato emissioni per persona di quasi tre volte inferiori rispetto al Piper e di quasi la metà rispetto all’auto sportiva...

Scopo raggiunto nonostante le ­lacune

Nel nostro test, Mobile-Impact ha mostrato i suoi limiti tra Sierre e Crans-Montana, dove i dati di Google Maps erano lacunosi per quanto concerne i trasporti pubblici. Ciò nonostante, la possibilità di combinare «manualmente» diversi mezzi di trasporto ci ha consentito di prendere il bus invece del treno.

Se Mobile-Impact non ha la pretesa di essere altrettanto affidabile di altri calcolatori, ci ha offerto una bella lezione di mobilità, per di più interattiva e ludica. Non vi rimane che provarlo!

Provare Mobile-Impact

www.energie-environnement.ch, rubrica «Vie quotidienne/Transports et mobilité» (in francese e tedesco)

Feedback