Piste battute dai racchettisti

In merito alla vignetta Sojer in montagna, in «Le Alpi» 03/2019

Una volta ancora, non sono stati gli orsi a pasticciare la bella traccia della salita. Apparentemente, taluni racchettisti preferiscono perforare una traccia di sci già esistente che non farsene una propria. Lo sapete anche voi che il cuore di ogni sciescursionista palpita quando può lasciare la prima traccia in un pendio vergine di neve polverosa? Noi non vogliamo alcuna di quelle piste battute dalle racchette che d’inverno si incontrano ovunque. So che la montagna appartiene a tutti – ma per cortesia, con un po’ di rispetto per gli altri. Tutto chiaro? Sì, perché il prossimo inverno arriva di sicuro...

Feedback