ScarpaMaestrale/Gea

buon allrounder, adatto anche a piedi più larghi/grossirapida sensazione di umidità nella scarpetta

Discesa: la Scarpa Maestrale è da tempo un classico dello sciescursionismo. Nel test di flessione, a temperature sotto lo zero, ha fornito valori simili a quelli del modello da freetouring K2 Mindbender 120. La progressione è ben bilanciata e permette un controllo armonioso dello sci. Nella prova pratica, lo scarpone appariva ancora un po’ rigido, probabilmente a causa del percorso di flessione relativamente breve prima che il gambetto si blocchi in avanti. Oltre a questo, offre molto supporto per il piede e permette anche una sciata vivace e aggressiva.

Salita: oltre alle buone caratteristiche in discesa, il Maestrale offre anche prestazioni molto solide in salita. Con 60 gradi (specifiche del produttore), per un modello allround e da freetouring offre un’elevata libertà di movimento. Paragonato alle performance in discesa, il peso di 1440 grammi è un buon compromesso.

Calzata/comodità: lo scarpone offre un volume relativamente elevato in tutte le zone del piede ed è quindi adatto soprattutto per forme più ampie e voluminose. Quando si chiudono le fibbie, il volume si riduce principalmente nella zona tra la caviglia e il collo del piede. Con l’aiuto della fibbia centrale, il piede può essere tirato bene all’indietro e fissato bene nella zona del tallone. Nelle prove pratiche, la lingua della scarpa interna faceva pressione per gli sciatori con il collo del piede alto. La calzata richiede un po’ di pratica e di pazienza, perché la lingua di plastica dello scafo può essere piegata di lato solo in misura limitata. Come per la Scarpa F1, la scarpetta interna assorbe poca umidità, che porta rapidamente a una sensazione di umido quando si suda. Ecco perché le calze con una buona gestione dell’umidità sono un vantaggio anche con il Maestrale. D’altra parte, la scarpa interna si comporta bene quando è asciutta, anche se il suo inserimento e la sua rimozione risultano faticosi.

In conclusione: un allrounder di pregio con qualità da freetouring e un volume piuttosto generoso, capace di convincere sia in salita che in discesa.

Gruppo target/utilizzo: sciescursionisti versatili, che non disdegnano le salite impegnative e più lunghe, ma cercano al tempo stesso un compagno che li sostenga bene nelle discese veloci. Il Maestrale si armonizza al meglio con le gite di media e grande ampiezza – e con gli sci da freetouring.

Feedback