Schreckhorn Nomi di montagne

Da dove questa montagna presso Grindel­wald derivi il suo nome è da tempo oggetto di discussioni. La vetta è citata per la prima volta nel 1577 da Thomas Schöpf, medico della città di Berna e cartografo: «Schreckshorn, quae vox latine sonaret obliquum cornu, vel terribile cornu», in volgare «Schreckshorn, che in latino verrebbe a significare corno obliquo o corno orribile.» Il nome, sostiene nel 1908 il dialettologo Emanuel Friedli, è inteso come «montagna repellente», e ancora nel 1937, in un libro lo Schreckhorn è citato come «corne de la terreur», corno del terrore. Oltre alle spiegazioni del corno terribile o sbieco, altri sostengono che il nome si rifaccia allo svizzero tedesco «schräcke»‚ il dischiudersi, e si riferisca alla forma risaltante, crescente. Ma allora, perché non si chiama Schräckhorn? Infine, l’alpinista Gottlieb Samuel Studer (1804-1890) chiama il monte Schrickshorn, supponendo che in questo nome si celino i termini «Schrick» o «Schräck», cioè salto, crepaccio. Ma lo Schreckhorn non ha crepacci! Da dove viene allora quel nome? La risposta più probabile è che lo Schreckhorn sia uno Streckhorn, una montagna allungata verso l’alto: nell’Oberland bernese, «strecke» (estensione) si dice infatti anche «schrecke».

Feedback