Scialpinisti col casco giusto

I caschi da scialpinismo saranno obbligatori in Coppa svizzera a partire dal 2019. Ma cosa li differenzia dal buon vecchio casco da alpinismo?

Nello «scialpinismo» abbiamo «sci» e «alpinismo». Se nello sci la testa è esposta agli impatti dovuti a una caduta o una collisione, nell’alpinismo lo è piuttosto alla caduta di pietre. Da qualche anno si trovano sul mercato dei caschi conformi alle norme imposte alle due discipline (EN 12492 per l’alpinismo e EN 1077 per lo sci alpino). Questi modelli sono rinforzati nella sommità contro gli impatti di pietre, ma anche sul davanti, sui lati e nella zona della nuca contro gli impatti in caso di caduta o collisione.

«Sinora era difficile trovare dei caschi a doppia norma interessanti per gli atleti. Con l’arrivo dei modelli più leggeri e più comodi, la scelta tende ad ampliarsi», spiega Didier Moret, membro della Commissione tecnica per lo scialpinismo del CAS. Per consentire una transizione dolce, i caschi a doppia norma saranno obbligatori in Coppa svizzera solo dal 2019, mentre lo sono già a livello internazionale. I caschi a doppia norma non saranno ancora obbligatori alla PdG 2018.

Feedback