Tre domande a Caroline Ulrich

Quattro volte campionessa del mondo Cadetti: la tua ricetta?

Sono riuscita a contenere la pressione prima di affrontare questi Mondiali. E non ho cambiato nulla delle mie abitudini. Forse è stato questo a fare la differenza.

Sembri a tuo agio ovunque. C’è una disciplina che preferisci?

Trovo ancora difficile dirlo. Ho una leggera predilezione per la corsa individuale. È più lunga, e i piccoli errori hanno conseguenze minori. Mi piace fare la differenza nelle discese, per cui la verticale non è proprio la mia specialità.

E le Olimpiadi giovanili del 2020?

Sarebbe una splendida esperienza per me, ma non mi sono ancora posta alcun obiettivo per la stagione prossima. Ad ogni modo, sarà ben altra cosa con gli juniori...

Autore

Alexandre Vermeille

Feedback