Un gioiellodi granito Il Gross Diamantstock per la cresta est

Già il suo nome dalla magica sonorità la rende una montagna da non perdere: è ciò che Hans Baer, ­autore della prima, sperava nel 1937 affrontando il Gross Diamantstock. E aveva ragione. E a tutt’oggi, questa cresta alpina offre il granito migliore in un angolo selvaggio delle Alpi.


Druck

Semplicemente piú «Alpi» Questo articolo è gratuitamente a disposizione dei soci del CAS e degli abbonati a «Le Alpi».

Non hai ancora un abbonamento? Qui lo puoi sottoscrivere anche se non sei socio del CAS. Ricevi i 12 numeri di «Le Alpi» a casa e hai accesso illimitato a tutti gli articoli a partire dal 1864!

Già membro del CAS? Esegui il log-in.