«Uno splendido sito di arrampicata» | Club Alpino Svizzero CAS

«Uno splendido sito di arrampicata»

«Quando si parla della Wägital a un alpinista provetto, quello arriccia il naso.» Così Jakob Krebser inizia il suo lungo articolo «Felsfahrten im Wägital. Der Kampf um die Bockmattliwände» (Percorsi su roccia nella Wägital. La lotta per le pareti del Bockmattli), pubblicato dall’ormai scomparso Sport il 26 settembre 1947. In quella pagina, Krebser descrive le prime percorrenze delle pareti nord della Kleine e della Grosse Bockmattliturm, datate rispettivamente 6 agosto 1945 e 28-29 giugno 1947. Entrambe le scalate riuscite erano state precedute da numerosi tentativi.

Le pareti nord «corazzate di placche» sono ripide, scostanti e alte fino a 400 metri, così che nessuno riteneva possibile percorrerle. Fino a quando, appunto, «dei giovani rocciatori estremi» non vi scoprirono delle «splendide vie di arrampicata». La parete nord della Grosse Bockmattliturm richiese l’esercizio del pendolo, che Krebser paragonò alle «squisite manovre in corda dell’alta scuola di arrampicata degli alpinisti monacensi sul Massiccio dell’Imperatore».

Feedback