Va anche senza sole | Club Alpino Svizzero CAS

Va anche senza sole

D’inverno, quasi tutti si danno alle tratte brevi o al sud profondo. Daniel Arnold ha fatto un’eccezione.

Per vie

Attorno a Capodanno, nel sito spagnolo di Santa Linya, Dimitri Vogt (18) ha arrampicato La Novena Puerta (8c+) e poi Ingravids Serps, Rollito Sharma Extension e Fabelita (tutte 8c), mentre a Oliana ha risolto Fish Eye (8c) al secondo tentativo. In dicembre, nel Giura basilese, aveva anche concluso Shogun Part 1 (8c).

In febbraio ha poi messo da parte alcuni blocchi: La Tarlouze (Fb 8a+) e Unendliche Geschichte Teil 1 (Fb 8a) nel Magic Wood, a Chironico La Persistencia de la Memoria e Second Life (entrambe Fb 8a+) e alcune altre Fb 8a.

In gennaio, anche Alexander Rohr (20) ha trascorso un periodo a meridione, più precisamente a Siurana, dove è riuscito a staccare Jungle Speed (9a) e La pequena Mowgli (8c).

A fine gennaio, a Campione, con Sangue, Sudore e LacrimeNicola Vonarburg1 (43) ha aperto una nuova via: che si tratti di una 8c o di una 8c+ è ancora da stabilire.

Per blocchi

A dicembre, nel Magic Wood, Se­bastian Cotting (17) ha risolto From Shallow Waters to the Riverbed (Fb 8b+), mentre in febbraio, a Cresciano, ha eseguito la ripetizione di un nuovo attacco a The Dagger, valutato in Fb 8b. A Branson, in gennaio, con «nuova Beta» Sébastien Biner2 (20) ha portato a termine il testpiece di Nicole Radja (Fb 8b). Nello stesso mese, a Brione, Manu Hassler (35) ha avuto ragione di Vecchio Leone (Fb 8b). Finalmente con buone condizioni, a dicembre, nel Giura basilese, Fred Nicole3(46) ha concluso Midlight Express Traverse (8a/b), mentre in gennaio, sempre nella stessa regione, è riuscito in quella che è probabilmente la prima ripetizione di una linea aperta da Mike Tscharner nel soffitto di una grotta. La valutazione è ancora pendente.

In gennaio, Samuel Ometz (20) ha risolto Ninja Skills (Fb 8b+) a Sobrio e Confessions (Fb 8B) a Chironico, dove è pure riuscito in un nuovo avvio di Thorstein, che ha battezzato Le Trio Infernal e valutato in Fb 8a+. A Brione è poi riuscito nella prima di The Fulcrum (Fb 8a+).

Nello stesso mese anche Giuliano Cameroni4 (18) ha spuntato Ninja Skills (Fb 8b+), e poi Frontline, Collateral e Shadowfax (tutte Fb 8b) a Chironico, dove ha pure portato a compimento la prima di El Garrulo (Fb 8a+).

Per alte pareti

Nettamente più a sud della semplice Spagna, il tempo ha permesso alcune percorrenze degne di nota. Nel tempo cronicamente pessimo della Patagonia, alcuni svizzeri hanno comunque raggiunto la vetta del Cerro Torre. A fine gennaio, assieme a Matteo della Bordella, Silvan Schüpbach5(36) ha strappato quella che è la probabile quarta ripetizione dello spigolo sud-est del Cerro Torre, divenuto famoso come «via del compressore». Alcuni giorni più tardi, a inizio febbraio, altre due cordate elvetiche hanno raggiunto la vetta per la medesima via by fair ­means: Tobias Sutter e Christian Ledergerber, poi Friedrich Maderer con Roger Schäli.

Senza almeno un po’ di sole ci riescono però in pochi: il 27 dicembre, con una temperatura di «soli» meno tre gradi, Dani Arnold (32) ha portato a termine la prima invernale di Deep Blue Sea (7b+, 320 m) nella parete nord dell’Eiger.

Feedback