Zone di tranquillità nelle prealpi vodesi

Il Canton Vaud sta attualmente definendo delle zone di tranquillità per la fauna selvatica nelle Prealpi vodesi. Il CAS e l’Associazione svizzera ­delle guide di montagna confidano in una soluzione adeguata, sia per la fauna, sia per le attività dolci in montagna. Conforme­mente alla legge, le zone di tranquillità hanno lo scopo di proteggere gli animali esclusivamente da disturbi eccessivi. Questo dà luogo a un certo numero di rivendicazioni da parte delle associazioni della montagna, che chiedono ad esempio che tali zone vengano definite nei casi di minaccia concreta e non a titolo preventivo. Inoltre, le restrizioni messe in atto in queste aree devono essere fondate e proporzionate, e i perimetri ­devono avere dimensioni ragionevoli. Se il CAS si mostra aperto a delle restrizioni concernenti l’arrampicata, rifiuta con vigore l’utilizzo di queste zone a tale fine. Uno stru­mento altrettanto rigido e l’ingerenza della Confederazione in una problematica così variabile e locale non convincerebbero nessuno. Le passeggiate a piedi, fortemente canalizzate nei sentieri, non necessitano di alcuna restrizione supplementare. Gli ­accordi conclusi tra le imprese di impianti di risalita e i comuni della regione sono per il CAS fonte di inquietudine: nel loro ambito, le zone di tranquillità sono infatti sviate dal loro ­intento iniziale e utilizzate come misura di compensazione per l’ampliamento del tu­rismo di massa.

Feedback