Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Fletschhorn 3986 m Archivio degli itinerari

Visto dalla Saastal, il Fletschhorn sembra piuttosto timido e insignificante. Dal Passo del Sempione per contro dispiega tutta la sua apertura e la sua potenza facendolo sembrare più un massiccio che non una sola montagna. Malgrado non raggiunga per pochissimo, i magici 4000 m (fatto spesso oggetto di animate discussioni), appartiene sicuramente al gruppo di montagne più impressionanti del Vallese. Grazie alla Weissmieshütte, alla Fletschhornhütte, al bivacco di Zen e al bivacco Laggin, il Fletschhorn è molto ben servito.

Ai tempi questa vetta portava il nome di «Rossbodehooru» derivato da Rossboden, un alpeggio sopra Egga. Il significato del nome attuale resta un enigma. Il termine «Fletsch» o «Flesch» indica normalmente una prato di montagna. Per gli alpinisti il Fletschhorn è molto generoso e offre dall'ascensione relativamente facile a quella estrema. Nelle vecchie guide del CAS sono descritte in totale 28 vie, ma gli importanti cambiamenti climatici in atto si stanno mostrando anche al Fletschhorn e tutto ciò che resta è documentato qui. Abbiamo dovuto rinunciare alla descrizione di numerose vie poiché le loro condizioni sono attualmente proibitive.

Dall'archivio itinerari

Capanne nella regione

Feedback