Castelli mascherati

Il nome dello Chasseral deriva dal francese chasse e significa grosso modo «territorio di caccia». Anche il quasi dimenticato nome tedesco della montagna, Gestler, è di origine romana, ma nonostante qualche similitudine fone­tica si basa sul latino castellare, luogo del castello: apparentemente, questo alto rilievo ricorda una rocca. Una forma secondaria di questo nome lo porta oggi ancora un bosco sopra Bettlach: Gäsch­ler. Qui deriva però forse dalla vera Ruine Grenchen, che si trova proprio sopra. Un altro castello mascherato sono le Chatalles, meglio conosciute nella forma tedesca come Gastlosen o, più antica, Gästlese. All’origine del nome c’è il latino castellosus, simile a un castello: almeno letteralmente, i denti non sono quindi così inospitali come si potrebbe cre­dere. Il nome fu preso a prestito dal tedesco prima che il castellum ­latino diventasse château in francese e tsaté, o tsathi, in patois. Nessuno oggi chiama più Chatalles i Gastlosen, ma il nome si cela ancora in Chatalettes, la denominazione dialettale del vicino Alp Sat­teli – e anche qui l’assonanza è solo casuale.

Feedback