Cerro Torre 60 anni di arrampicate e controversie sul Grido di Pietra

Un altro libro sul Cerro Torre? Sì, e che libro! Non per niente l’opera di Kelly Cordes - «climber, writer specializing in margaritas and maximizing outdoor time» - ha vinto due dei più prestigiosi premi per libri outdoor dopo l’uscita del volume in lingua originale nel 2014: The Tower: A Chronicle of Climbing and Controversy on Cerro Torre si è meritatamente guadagnato sia il premio per il migliore libro di outdoor non fiction ai Banff Mountain Book Awards che il National Outdoor Book Award in America. Versante Sud ne propone la traduzione di Matteo Maraone in italiano. Kelly Cordes, che nel 2007 ha realizzato con Colin Haley una prima salita «by fair means» al Cerro Torre, si rivela essere un autore molto competente. In modo affascinante racconta la storia della conquista di questa cima sin dall’inizio - una storia emozionante e, come si sa bene, controversa. Infatti, Cordes non ha paura di esprimere pareri molto chiari sulla vicenda Maestri-Egger-Fava e con questo sicuramente ferirà qualcuno. Lo fa però in modo talmente autorevole che è difficile non seguirlo nelle sue conclusioni. Rolando Garibotti, ritenuto il miglior esperto del massiccio del Cerro Torre, non ha mezze parole nella sua prefazione: «Questo libro è lo sguardo più ravvicinato che sia mai stato dato alla lunga storia alpinistica del Cerro Torre. L’approccio di Kelly Cordes, accuratamente documentato e privo di pregiudizi, è coinvolgente.» Una lettura obbligata per tutti gli appassionati della storia di questa famosa e fantastica montagna della Patagonia!

Autore

Kelly Cordes

Origine

Versante Sud, Milano 2018, ISBN 978-88-85475-151, € 21,00