Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

Feedback