Guardie di confine: niente più sostegno agli atleti dello scialpinismo

Dalla metà del 2019, lo scialpinismo agonistico si vedrà privato dell’importante sostegno del Corpo delle guardie di confine. Ne saranno toccati cinque membri della squadra nazionale. Per gli sportivi elvetici, questo è un duro colpo: tutte le migliori nazioni mitteleuropee sostengono infatti i loro atleti scialpinisti a livello professionale. Con la perdita di questo supporto, la Svizzera viene a ritrovarsi fortemente svantaggiata. Il fatto che lo scialpinismo non sia (ancora) una disciplina olimpica ha svolto un ruolo centrale nell’ambito della decisione. Il CAS esprime il proprio rincresci­mento.

Feedback