La versione di Tomek Storia di Thomas Mackiewicz

Era un libro molto atteso nell’ambiente dell’alpinismo ed è arrivato lo scorso novembre suscitando sin da subito un grande interesse. Si tratta della prima traduzione in italiano del successo Czapkins. Historia Tomka Mackiewicza pubblicato in Polonia dall’editore Agora con oltre 70 000 copie vendute. La storia è stata raccolta e scritta dal giovane giornalista Dominik Szczepanski un anno dopo la morte di Tomek, in collaborazione con Anna Solska-Mackiewicz, compagna dell’alpinista polacco. Per Tomek quella era la settima salita sulla montagna killer, ma qualcosa durante la discesa è andata storta costringendo la sua compagna, la francese Elisabeth Revol, ad abbandonarlo in attesa di soccorsi mentre lei continuava la discesa del Nanga Parbat. Si tratta di una delle storie di alpinismo più autentiche e coinvolgenti. Nella primavera del 2018 la vicenda di Tomek è in prima pagina su tutti i quotidiani nazionali per la drammaticità del tentativo di soccorso e le condizioni disperate. La vicinanza di Dominik Szczepanski a Tomek - lo aveva seguito molte volte - le testimonianze di Anna Solska-Mackiewicz, e Elisabeth Revol che racconta della sua insolita relazione con Tomek, il resoconto dei soccorritori Adam Bielecki, Jarosław Botor, Denis Urubko e Piotr Tomala, che per salvarli sono partiti dal K2, le molte fotografie inedite raccolte nel volume provenienti dall’archivio della famiglia Mackewickz disegnano un ritratto molto intenso e vivo, sfaccettato di un uomo e di un’alpinista diventato leggenda contro il suo volere. Quella che il giornalista e le tante voci ci raccontano è una storia di amore e di solitudine, di assuefazione e liberazione, di ricerca della verità e lotta contro il proprio ego. Da leggere tutta d’un fiato.

Autore

Dominik Sczepanski

Origine

Mulatero, Torino, 2019, ISBN 978-88-8986-947-5, € 23,00

Feedback