L’arte di essere libero - Voytek Kurtyka L’alpinista leggendario

Il nome Bernadette McDonald è una garanzia. Da anni l’ex vicepresidente del Mountain Culture Centre ed ex direttrice del Filmfestival Internazionale della Montagna di Banff si dedica alla scrittura di libri di montagna diventati quasi tutti dei best seller. L’opera qui presentata, il ritratto del grande alpinista polacco Voytek Kurtyka, nato nel 1947 e formato sulle mitologiche montagne dei Tatra, ha ricevuto con pieno merito i più grandi premi letterari che esistono per i libri di montagna, cioè quello di Banff e il Boardman Tasker Prize for Mountain Literature. Bernadette si è tuffata a capofitto nella vita di Kurtyka, e così è riuscita a decifrare i segreti del suo carattere schivo, solitario e misterioso che ha contribuito ad aumentare il suo mito. Dagli «addetti al lavoro» è considerato uno dei più grandi alpinisti himalayani: con le sue salite ha coniato l’età d’oro degli anni 1970 e 1980 sulle cime più alte del mondo. Una delle prime e forse la più clamorosa salita fu quella della «Parete Lucente» sul Gasherbrum IV nel 1985 insieme all’austriaco Robert Schauer - fino ad oggi considerata leggendaria. Insieme con Jerzy Kukuczka, un altro mito dell’alpinismo polacco, formò una cordata da sogno sulle montagne himalayane. L’arte di essere libero è lo stupendo e dettagliato dipinto della vita di un alpinista visionario e di un uomo riflessivo e spesso tormentato - comunque sempre libero!

Autore

Bernadette McDonald

Origine

Alpine Studio, Lecco 2018, ISBN 978-88-9934-062-9, € 19,80

Feedback