Pareti lontane, blocchi vicini

Grecia o Groenlandia – l’estate ha visto molti arrampicatori svizzeri all’estero.

Pareti

Durante la sua spedizione groenlandese di agosto, Silvan Schüpbach1(32) di Thun e Christian Ledergerber (28) di Zurigo hanno portato a termine assieme all’italiano Matteo della Bordella una prima davvero impegnativa: hanno percorso l’ultimo tratto del viaggio verso la loro vetta, Shark’s Tooth, nella Groenlandia nord-orientale, in kayak. Con The Great Shark Hunt sono probabilmente stati i primi ad arrampicare la parete nord-est del «dente dello squalo». L’arrampicata di 900 metri ha richiesto tre giorni. Nella parte mediana della parete la roccia non era del tutto stabile: ciò nonostante, tutti e tre hanno percorso a vista le 25 lunghezze. La squadra ha posato due chiodi a espansione e stima la difficoltà della via a 7b+.

Un tiro

Per Dimitri Vogt2 (17) di Worben l’intensivo periodo di allenamento di inizio estate si è rivelato pagante. A Lehn, presso Interlaken, il 24 agosto ha percorso Hybris (8c+), sinora la sua via più difficile su roccia.

Il ginevrino Téo Genecand ha dal canto suo realizzato una serie di percorrenze a vista a Kalymnos, dove in settempre ha arrampicato Super Priapos, Storm PU, Roofopoulos e Ne pas toucher à ma bite (tutte 8a+, tutte onsight).

Anche Urs Schoenenberger (37) ha mietuto successi all’estero. L’11 settembre, nell’iberica Apellainz, con Txipolini (8b) ha realizzato un’imponente onsight, mentre a Baltzola ha avuto ragione anche di Black Kongi (8a+), pure onsight.

Mathieu Holtz (28) di Ginevra ha realizzato a Les Tines la prima di Ninja Kick (8b+).

A Ueschenen, Barbara Büschlen3 (24) di Steffisburg ha dal canto suo percorso Pschüttigütti (8a+/8b).

Boulder

Come di consueto, la scorsa estate Samuel Ometz (19) di Fully ha fatto grandi numeri: ha arrampicato Scarred for Life (Fb 8b+) e realizzato la prima di The Yard sit (Fb 8b) a Fionnay, e ha inoltre percorso Cullinan (Fb 8b) in Plex.

In agosto, sul Gottardo, Giuliano Cameroni (20) ha percorso Eckzimmer (Fb 8b), mentre nel Magic Wood è riuscito in una combinazione di Unendliche Geschichte 2, Massive Attack e dell’uscita della prima di La Tarlouze (Fb 8b).

Dave von Allmen4 (31) di Igis è riuscito in Riverbed (Fb 8b), nel Magic Wood.

In agosto, con Big Dragon,Sébastien Biner (19) di Nax ha realizzato il suo primo 8a+ a Fontainebleau. Di ritorno in Svizzera, al passo del Susten ha poi percorso Fred’s e Red Snapper (entrambe Fb 8a).

Ronny Birchler (36) di Brunnen ha sfidato la pioggia di settembre sul Susten e ha realizzato la variante Bardabunga (Fb 8a+).

Sempre in settembre e pure sul Susten, lo zurighese Daniel Schulze5 (34) ha arrampicato Reykyavik (Fb 8a+).

Verso fine estate e nonostante il tempo umido, Giani Clement di Coira ha eseguito alcuni massi di livello 8a: Niviuk e Nevio a Silvretta e ancora Natural Ites (pure Fb 8a) nel Magic Wood.

Feedback