Radici liquide Un viaggio-inchiesta lungo gli ultimi torrenti alpini

Sono rari i corsi d’acqua ancora naturali sulle Alpi. Salendo ad alta quota, vicino alle sorgenti, ai nevai, ai ghiacciai superstiti, sotto ai dirupi, si scopre che l’acqua non scorre più libera. Viene portata via, immessa nei tubi e utilizzata per fare energia. Questo libro è un’inchiesta sullo sfruttamento idroelettrico degli ultimi torrenti alpini e, allo stesso tempo, è il racconto di un lungo viaggio tra valli sconosciute e affascinanti. «Nelle valli alpine colpite dallo spopolamento, abbandonate, si alzano voci contrarie, gruppi e comitati di cittadini che non ci stanno a farsi portare via l’acqua, anima del paesaggio montano», scrive Elisa Cozzarini. «È stata la loro passione, la caparbietà nel difendere i più piccoli e inaccessibili corsi d’acqua, a trascinarmi in questa lunga avventura sulle Alpi, durata quasi un anno. Ho percorso le rive di più di cinquanta torrenti, dalla Valle d’Aosta al Friuli Venezia Giulia per concludere il viaggio ritornando a Ovest, in Liguria. Ho voluto dare voce a tante piccole grandi battaglie, che quasi mai escono dalla cronaca locale, e raccontare l’affronto a un ambiente aspro e problematico, fragile e meraviglioso allo stesso tempo.»

Autore

Elisa Cozzarini

Origine

Nuova dimensione editore, Portogruaro (I) 2018, ISBN 978-88-6958-020-8, € 14,50