Skitourenguru.chcambia la giurisprudenza? Tribunali e incidenti con valanghe

Quando qualcuno rimane vittima di un incedente in valanga, le procedure giudiziarie sono frequenti. Esse mirano a chiarire se la persona responsabile ha agito con negligenza. Quale ripercussione ha la valutazione digitale dei rischi di skitourenguru.ch?

Dall’autunno 2014, il sito web skitourenguru.ch propone una valutazione automatizzata dei rischi per circa 900 itinerari sciescursionistici svizzeri. Alla sua base, i dati sul terreno di swiss­topo, il bollettino delle valanghe dello SLF, il metodo grafico di riduzione (GRM) e la digitalizzazione dei percorsi. Per ogni itinerario, grazie a un complesso algoritmo, skitouren­guru.ch elabora due volte al giorno un cosiddetto indicatore di rischio che corrisponde a un rischio ridotto, medio o elevato. Ogni itinerario viene inoltre contrassegnato con il suo profilo di riscio corrente sulla carta nazionale digitale, i tratti con rischio ridotto in verde, quelli a rischio medio in arancione e quelli a rischio elevato in rosso. Tra gli specialisti, questa valutazione digitale dei rischi ha tuttavia dato adito a numerose discussioni (vedi anche «Le Alpi» 02/2016).

Alcuni temono ora che, nel caso di incidenti con valanghe, i tribunali possano fare affidamento unicamente su questo nuovo strumento e, in presenza di un indicatore di rischio elevato, decidere subito per la negligenza.

Solo un aiuto alla pianificazione

Questi timori sono infondati. Quando un tribunale deve esprimersi su un incidente in valanga, per quanto riguarda gli aspetti inerenti alla valanga o decisionali fa sempre capo a un perito, solitamente un collaboratore dello SLF o una guida di montagna esperta. Questo relativizza non poco la validità espressiva di skitourenguru.ch.

Infatti, la valutazione digitale dei rischi non è sempre efficace. Questo poiché il GRM, sul quale l’algoritmo poggia, fornisce risultati utilizzabili solo con neve nuova e vecchia e non con neve bagnata o soffiata, e perché altri fattori possono esercitare effetti alteranti. Nella sua esclusione delle responsabilità, la stessa skitourenguru.ch fa osservare che la valutazione dei rischi può rivelarsi errata.

Fa stato la situazione locale

Inoltre, secondo la sua stessa descrizione, la piattaforma skitourenguru.ch, rappresenta un «aiuto alla pianificazione», avente per obiettivo un «elenco su misura di itinerari sciistici possibilmente compatibili con il bollettino delle valanghe aggiornato». Con questo, skitourenguru.ch si situa al primo livello della matrice di valutazione 3 × 3. È quindi rilevante solo in relazione alla domanda se, considerate le condizioni dominanti, la gita interessata dall’incidente fosse un’opzione ragionevole.

Decisiva ai fini della revisione giuridica non è essenzialmente la questione della scelta del percorso, bensì la domanda se, nelle circostanze concrete, la percorrenza del pendio interessato fosse conforme agli standard attuali della conoscenza sulle valanghe. Questa domanda si situa nella terza fase della matrice 3 × 3, e affronta la valutazione del singolo pendio sul posto. Dal punto di vista dello studio delle valanghe, questa valutazione è molto più complessa dell’algoritmo di skitourenguru.ch. La piattaforma chiarisce perciò a ragione che le sue valutazioni durante le fasi 2 («sul posto») e 3 («singolo pendio») sono prive di significato.

In altre parole, decisivo in relazione alla domanda se un responsabile sia venuto meno ai suoi doveri di diligenza è lo stato attuale dello studio delle valanghe, definito nel foglio informativo «Attenzione valanghe» e nei libri di testo e nel materiale didattico attuali.

Feedback