Svizzera brillante a Villars

L’inno nazionale svizzero è risuonato ben 12 volte ai Mondiali di scialpinismo, in marzo. Per altrettante medaglie d’oro, alle quale se ne sono aggiunte nove d’argento e sei di bronzo. Forte di questo bottino da primato, lo Swiss Team CAS si è imposto nella classifica per nazioni davanti all’Italia e alla Francia. Conquistando il mondiale di velocità a 20 anni, la Speranza Arno Lietha è senz’altro la rivelazione della competizione. Il giovane grigionese si è imposto davanti al vallesano Iwan Arnold, detentore del titolo. Il bernese Werner Marti ha indossato l’oro a due riprese imponendosi nella Vertical Race e nella corsa a squadre assieme a Rémi Bonnet, dal canto suo terzo nella verticale. Le giovani leve elvetiche non sono state da meno, staccando in totale 15 medaglie. Ricorderemo qui le prove senza errori della vodese Caroline Ulrich (17 anni), quattro volte campionessa del mondo Cadetti in sprint, individuale, verticale e staffetta, e la dimostrazione dei gemelli Thomas e Robin Bussard, autori di due doppiette nell’individuale e nella verticale tra i Cadetti.

Tutti i risultati alla pagina www.sac-cas.ch/fr/sports-de-competition/ski-alpinisme/

Feedback