Una stagione costellata di grandi eventi Florent Troillet è di nuovo ai blocchi di partenza.

Il programma degli scialpinisti è fitto. Mondiale, Coppa del mondo e Campionato svizzero ne sono i punti salienti. Inaugura la stagione il «NightAttack» al Flumserberg.

Un’occhiata al calendario delle corse (vedi pag. 54-55) annuncia subito numerosi appuntamenti importanti. Nell’agenda sono iscritte in totale 45 competizioni di livello nazionale e internazionale. Le più importanti sono il Campionato mondiale, la Coppa del mondo e il Campionato svizzero.

Al Mondiale di Pelvoux, in Francia, la squadra nazionale rossocrociata (Swiss Team CAS) parte tra le favorite assieme a Italia, Francia e Spagna. Nel 2011, a Claut (I), gli svizzeri si erano distinti come seconda migliore nazione. Delle cinque gare di Coppa del mondo che i membri dello Swiss Team CAS disputeranno in questa stagione, una sarà corsa in Svizzera: per Martin Anthamatten, di Zermatt, la Alpiniski di Les Marecottes, presso Martigny, è a un passo da casa. La Alpiniski inaugura anche in un certo qual modo i festeggiamenti per il 150° del CAS, e la sua premiazione avrà luogo nell’ambito di una festa dello scialpinismo.

Atleti di punta come organizzatori

Le corse nazionali – 36 in totale – trovano il loro momento saliente nel Campionato svizzero: le discipline verticale, individuale e sprint saranno ospitate a Les Diablerets; le gare di squadra sul Mont Rogneux. Si disputa inoltre nuovamente la Coppa svizzera, che si aprirà il 15 dicembre con il NightAttack del Flumserberg. In programma quest’anno ci sono anche tre appuntamenti della serie internazionale della Grande Course: la Pierra Menta in Francia, l’Adamello Ski Raid e il Trofeo Mezzalama in Italia. Il podio della Pierra Menta ha già ospitato due volte Florent Troillet, che dopo essere stato un anno lontano dalle competizioni è ora tornato in seno alla nazionale. Se il campione del mondo e detentore del record del percorso della Patrouille des Glaciers saprà riconfermarsi sulle Alpi savoiarde lo vedremo il 21 marzo 2013.

L’agenda annovera anche nuove competizioni, non di rado lanciate proprio da corridori di talento, come ad esempio il primo Grischa Sprint a Lenzerheide, organizzato dal vincitore del Trofea Péz Ault, Gian-Andri Capeder, di Savognin, insieme ad altri atleti. Tra le novità figura anche la Matterhorn Ultraks a Zermatt.

Il nuovo allenatore punta sulle nuove leve

Per la prima volta fa la sua comparsa anche il nuovo responsabile della disciplina, Bernhard Hug. Nell’«allenatore diplomato per sport d’élite» di Swiss Olympic ed ex responsabile della formazione di Swiss Cycling, l’associazione ciclistica svizzera, il CAS ha trovato un ambizioso successore di Rolf Zurbrügg. Il lavoro con le nuove leve, in particolare la costituzione di un quadro nazionale di nuove leve, nonché una più approfondita collaborazione con Swiss Olympic, saranno – così Hug – i punti forti del suo lavoro. Ma innanzitutto si tratterà di «vivere una volta tutto quanto assieme», afferma l’ex triatleta. Hug si presenterà con una nazionale composta di 20 elementi. «Siamo da anni tra i migliori al mondo», commenta, «il mio compito è far sì che questo non cambi.»

Risultati online

www.sac-cas.ch → Competizioni → Scialpinismo

Feedback