Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Zumsteinspitze 4562 m Archivio degli itinerari

Dappertutto nelle Alpi la Zumsteinspitze sarebbe stata un gigante, ma in questa catena di giganti anche questo gigante non si nota particolarmente. Il confine nazionale passa proprio da questa vetta. Con la Signalkuppe/Punta Gnifetti, la Zumsteinspitze forma un duo armonioso collegato dalla sella innevata del Colle Gnifetti. Il suo versante W è caratterizzato da fasce rocciose mentre il versante E è ricoperto da una spessa calotta glaciale che raggiunge la parete E del Monte Rosa. La traversata di questa cima è un'ascensione attrattiva e si può prolungare fino all Nordend. Nelle pareti sono state aperte delle vie che ormai attualmente non sono più consigliabili.

Il generale austriaco von Welden ha avuto la sua influenza nel dare il nome a questa montagna: l'ha chiamata con il nome di Joseph Zumstein (detto Delapierre) che ne effettuò la prima ascensione nell'estate del 1820.

Capanne nella regione

Feedback