COVID-19

A partire dall’11 maggio, le capanne del CAS riapriranno e le gite di sezione saranno nuovamente possibili. Rimangono tuttavia in vigore delle restrizioni.

Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Dalla Cabane de l'A Neuve per il fianco SE (Via normale) Tour Noir 3836 m

  • Difficoltà
    PD, 2a
  • Salita
    4:30–5:30 h, 1101 m

Il Passage d'Argentière (a N del Col d'Argentière) lo si raggiunge dalla Cabane del'A Neuve attraverso il crepacciato Glacier de l’A Neuve. Per raggiungere la vetta si risale il fianco SE.

Descrizione dell'itinerario

Cabane de l'A Neuve - sotto il P. 2753

Dalla Cabane de l'A Neuve (2753 m) si attraversa al crepacciato Glacier de l'A Neuve, che si raggiunge per la conca sotto il P. 2753.

Sotto il P. 2753 - Passage d'Argentière

Sotto il P. 2753: si sale verso W e si segue il ghiacciaio, che da N porta allo sperone SE. Si raggiunge quest'ultimo a una quota di ca. 3100 m dopo aver superato un non sempre facile crepaccio terminale. Si seguono le ripide rocce facili ma spesso instabili dello sperone fino al Passage d'Argentière (ca. 3620 m), 3 h.

Passage d'Argentière - Tour Noir

Si sale per una facile cresta a blocchi fino a un primo risalto con un aguzzo gendarme che viene evitato a destra o a sinistra. Si raggiunge così un piccolo intaglio sovrastato da un secondo alto risalto. Lo si evita attraversando a destra nel fianco SE, dove su cenge (vires Javelle), lo si attraversa completamente ca. 100 m sotto la vetta. Queste cenge sono dapprima orizzontali ma poi acquistano una leggera pendenza e sono interrotte da brevi scalini. Dopo ca. 80 m si raggiunge una piccola parete rocciosa ai piedi di un camino alto ca. 12 m. Lo si supera (2a) e si raggiunge una costola che si segue fino alla bocchetta tra le due cime (facili blocchi). Per cresta si raggiunge facilmente la vetta della Tour Noir (3836 m), 1½ h.

Discesa

La discesa si effettua lungo l'itinerario di salita

Informazioni complementari

Punto di partenza
Cronologia

Emile Javelle, F.F. Turner con Joseph Mooser e François Fournier, 3 agosto 1876 (la cordata raggiunse allora il Col d'Argentière dal fianco E).

Autore

Bernhard Rudolf Banzhaf

Bernhard Rudolf Banzhaf ha scalato innumerevoli vette in Svizzera e all’estero, tra cui tutti i quattromila delle Alpi vallesane. Dagli anni Ottanta, organizza viaggi trekking sull’Himalaya e in Europa. Dal 1995 al 2003, è stato membro del Comitato Centrale CAS.

Il nostro consiglio

Klettern Oberwallis

Klettern

Klettern Oberwallis

Prezzo CHF 59,00
Prezzo per i soci CHF 49,00
Bergsport Sommer

Ausbildung

Bergsport Sommer

Prezzo CHF 44,00
Prezzo per i soci CHF 35,00
SAC-Hüttenarchitektur

Hütten

SAC-Hüttenarchitektur

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Tourenportal Jahres-Abo

Tourenportal Abonnemente

Tourenportal Jahres-Abo

Prezzo CHF 42,00
Prezzo per i soci CHF 32,00
Bergwandern von Hütte zu Hütte

Alpinwandern

Bergwandern von Hütte zu Hütte

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Garmin InReach Mini

GPS

Garmin InReach Mini

Prezzo CHF 419,00
Prezzo per i soci CHF 369,00
Monopoly delle capanne del CAS

Hütten

Monopoly delle capanne del CAS

Prezzo CHF 69,90
Prezzo per i soci CHF 59,90
Alpinwandern von Hütte zu Hütte

Alpinwandern

Nuovo

Alpinwandern von Hütte zu Hütte

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00