Alpi di Valle Maggia

Come scrissero Claudio Mésoniat e Teresio Valsesia sul Giornale del Popolo qualche anno fa, Giuseppe Brenna ha sempre scavato nella medesima terra, con la perseveranza degna di una grande causa e imposta da una passione divorante. Si è sempre impegnato a descrivere la bellezza della montagna che rappresenta gran parte del nostro territorio interrogandosi sulla natura della mirabile civiltà costruita dai nostri antenati, corpo a corpo con quella montagna. Da sempre affascinato dalla montagna e della sua civiltà contadina, Giuseppe Brenna ha sempre cercato di trasmettere le sue conoscenze, il suo amore e il suo rispetto per le persone che hanno abitato e abitano questo mondo. Dopo diverse pubblicazioni, l’autore stesso dice: «A quasi settant’anni di età sono felice di offrire anche questo studio sugli Alpi di Valle Maggia. È il mio omaggio alla Valle Maggia da me tanto amata, alla sua gente e alla sua opera monumentale sulle montagne.» Questo libro racconta in modo dettagliato 185 itinerari e 267 luoghi disseminati nelle terre dei 21 paesi della Valle Maggia, 27 cartine e 667 fotografie. Chi è appassionato di archeologia alpestre riesce a entrare in questa terra con tanto stupore e sa trovare nelle tantissime tracce del passato la bellezza delle menti e dei cuori delle persone. Prima di entrare nel merito degli itinerari c’è un’interessante introduzione storica con tanto di prospetti statistici, carico degli alpi e prodotti latticini e un riassunto generale del bestiame del 1911. Per ogni itinerario è indicata la difficoltà considerata secondo la «Scala delle difficoltà escursionistiche» elaborata dal CAS e riassunta in una tabella.

Autore

Giuseppe Brenna

Origine

SalvioniEdizioni, Bellinzona, 2020, ISBN 978-88-7967-442-3 , fr. 38.-

Feedback