Ossola quota 3000 75 cime da scoprire

In questo libro, unione armoniosa di testi, foto e indicazioni di viaggio, vale la pena partire dalla fine che in qualche modo ci dà subito il peso specifico dell’opera: «Cerchi di onde nel Lago Nero, è il nostro destino: dopo un po’ non ci siamo più.» È l’ultima foto del libro, ce ne sono di bellissime, nella quale vediamo ritratti il Basodino e il Tamierhorn dal Lago Nero. Ci troviamo in Val Formazza e le due bandierine, prima quella italiana, poi quella svizzera, stanno a indicare che il percorso indicato dai due autori inizia in un paese per terminare nell’altro. Subito ci viene detto che il Tamierhorn raggiunge quota 3087 metri. Segue la storia degli alpigiani della Valmaggia che valicavano il Tamierpass per commerciare vitelli o degli ossolani che contrabbandavano le loro merci. Non venivano nemmeno sfiorati dal pensiero di salire in vetta, cosa che invece ha fatto Erminio Ferrari commentando, nel momento della discesa: «Quel lago, ecco. Ogni volta che ci sono passato ho sempre incontrato coppie di innamorati che salivano a specchiarsi.» Lo avrete capito, questo è un libro sulla Val d’Ossola e le sue 75 cime tutte alte 3000 metri e tutte da scoprire. Alberto ed Erminio oltre ai loro personalissimi racconti forniscono al lettore un breve prospetto con il nome della via di salita scelta, il nome della località di partenza, i nomi dei primi salitori, il dislivello, il grado di difficoltà e il materiale occorrente. Non mancano le considerazioni sull’ambiente circostante e sulla possibilità di stare in solitudine. Che quella dei tremila dell’Ossola possa essere per ognuno di noi una bella avventura proprio come lo è stata per Alberto e Erminio.

Autore

Erminio Ferrari e Alberto Paleari

Origine

MonteRosa Edizioni, Verbania, 2019, ISBN 978-88-322-6000-7, € 27,50

Feedback