Via ferrata della Cascade du Dar | Via ferrata | Cascade du Dar | Club Alpino Svizzero CAS

Avviso importante per gli appassionati di sport di montagna

Obbligo di certificato Covid nei rifugi di montagna

A partire dal 13 settembre 2021, un certificato Covid valido dovrà essere presentato in tutti i rifugi custoditi per il pernottamento e il consumo all'interno dello stabile.

Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Via ferrata della Cascade du Dar Cascade du Dar 1600 m

  • Difficoltà
    K4+
  • Salita
    1:30 h
  • Esperienza di montagna
    2 / 4
  • Forza
    3 / 4
  • Resistenza
    1 / 4
  • Psiche
    3 / 4

La terminologia talvolta è strana: l’Oberland bernese non coincide nella sua parte con il cantone di Berna, e di certo neppure con le Alpi bernesi. Queste si estendono dal passo del Grimsel a quello del Sanetsch, sono delimitate a N dall’Aare e grosso modo dalla Sarine e a S dal Rodano. In altre parole: il Bietschhorn e l’Aletschhorn sono due fiere vette delle Alpi bernesi che tuttavia non fanno parte dell’Oberland bernese bensí dell’Alto Vallese. Il passo del Gemmi, dal canto suo, di trova quasi interamente su territorio vallesano, ma appartiene per la metà all’Oberland bernese. La sua estensione E-W si estende dal passo del Susten, nelle Alpi urane, al Col du Pillon, in quelle vodesi. Al di sopra di quest’ultimo, nel punto di incontro tra i cantoni di Berna, Vallese e Vaud, si erge fiero l’Oldehore (3122 m), una splendida montagna panoramica, escursionistica e sciistica che, trovandosi proprio sul confine linguistico, ha anche un nome francese: Becca d’Audon. C’è anche un’altra cosa che la rende degna di nota: sul suo versante rivolto verso il villaggio di Les Diablerets vi sono tre vie ferrate: Pierredar, Tête aux Chamois e Cascade du Dar. On y va? Ma certo!

Descrizione dell'itinerario

Accesso
Via ferrata della Cascade du Dar

Chi volesse evitare il primo e piú difficile tratto della via ferrata lo può aggirare a sinistra. In effetti va al punto sin dall’inizio, con passaggi da verticali a strapiombanti e un ponte a tre funi dall’uscita decisamente delicata. Poi si sale sullo spigolo superiore della parete, e da sinistra sbocca la via che lo aggira. Da qui si segue dapprima una cengia erbosa nello sviluppo della parete, poi il traverso torna alla verticale sotto un evidente tetto di forma semicircolare e sale a un «giardino sospeso» con abeti rossi nodosi, un’aerea scala verso il basso e all’insú in una fessura. Qui c’è anche una possibilità di uscita. La via diventata piú facile prosegue salendo e scendendo cenge e lunghi traversi sotto l’alta parete rocciosa con numerose vie di arrampicata. Un breve ponte procura qualche brivido e poco dopo, una stretta fessura discendente un certo senso di chiusura. Ai suoi pedi, la via ferrata si biforca. Chi se la sente e ha con sé una puleggia – e soprattutto se la tyrolienne è ancora in opera – attraversa ancora in direzione della cascata (ammesso che qualcosa caschi ancora) e vola per 80 metri. Dal punto di atterraggio, il sentierino porta al sentiero escursionistico. Oppure senza tyrolienne lo si raggiunge (1460 m).scendendo in un ripido terreno cespuglioso a destra del ruscello.

Discesa

Sia tornando al Col du Pillon oppure – molto meglio – lungo il Dar fino a Les Diablerets.

Informazioni complementari

Carattere

K5– nel primo tratto (facoltativo), K4+ nel secondo, K3 nel terzo con un breve passaggio in K3+ e infine una tirolese facoltativa di 80 metri alla cascata del Dar. Una via ferrata sportiva assicurata al meglio ma non in modo opulento, lunga 450 metri, con molto traversi in una parete rocciosa nel terreno boschivo non lontano dal Col du Pillon. È paragonabile alla via ferrata di Planpraz a Leysin, ma con meno ferro e piú contatto con la roccia. In ombra al mattino.

Tempo

Tempo totale: 2 h; accesso: 10 mmin.; via ferrata: 1 h 30 min.; ritorno: 20 min.

Segnaletica

Discreta.

Autore

Daniel Anker

Daniel Anker è un autore e fotografo bernese. Lo storico ha redatto all’incirca 40 guide di tour sciistici, escursionistici, alpinistici e ciclistici, così come monografie sulle grandi montagne svizzere.

Il nostro consiglio

Die Hütten des Schweizer Alpen-Club

Hütten

Die Hütten des Schweizer Alpen-Club

Prezzo CHF 68,00
Prezzo per i soci CHF 54,00
Objectif le sommet Fribourg

Berg- und Alpinwandern

Objectif le sommet Fribourg

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Klettern Dreams of Switzerland

Klettern

Guida per la selezione

Klettern Dreams of Switzerland

Prezzo CHF 39,00
Prezzo per i soci CHF 32,00
Gipfelziele Berner Oberland

Berg- und Alpinwandern

Gipfelziele Berner Oberland

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Tourenportal Jahres-Abo

Tourenportal Abonnemente

Tourenportal Jahres-Abo

Prezzo CHF 42,00
Bergwandern von Hütte zu Hütte

Hütten

Bergwandern von Hütte zu Hütte

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
En famille vers les cabanes du CAS

Hütten

En famille vers les cabanes du CAS

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Randonnées en montagne de cabane en cabane

Hütten

Randonnées en montagne de cabane en cabane

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Les alpes, un monde vivant

Ausbildung

Les alpes, un monde vivant

Prezzo CHF 59,00
Prezzo per i soci CHF 49,00
Die Klettersteige der Schweiz

Klettern

Die Klettersteige der Schweiz

Prezzo CHF 34,90
Prezzo per i soci CHF 29,00
SAC-Taschenmesser

Ausrüstung

SAC-Taschenmesser

Prezzo CHF 42,00
Prezzo per i soci CHF 38,00
Feedback