Cresta settentrionale | Escursionismo alpino | Piz Amalia | Club Alpino Svizzero CAS

Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Cresta settentrionale (Via normale) Piz Amalia 2917 m

  • Difficoltà
    T4
  • Salita
    4:15 h, 1130 m
  • Discesa
    2:45 h, 1130 m

Dedicato alla principessa olandese Amalia

Il nome della montagna non è un nome ufficiale, bensì il risultato di una campagna promozionale dell’estate 2004, volta a rafforzare in modo originale i buoni rapporti tra Engadina e Paesi Bassi. La principessa Amalia era nata poco prima, nel dicembre del 2003. La montagna è senz’altro una meta escursionistica che merita di essere visitata. Visto dalla Val S-charl, il Piz Amalia colpisce per le pareti rocciose inospitali, ma è relativamente facile da scalare dalla cresta settentrionale.

Descrizione dell'itinerario

S-charl – Alp Praditschöl

Da S-charl, si percorre la stradina di ghiaia entrando nella Val S-charl, in direzione dell’Alp Astras. Per i primi quattro chilometri circa, si resta sul lato orientale della Clemgia. Solo al P. 2019 (ponte), si passa alla sponda opposta, procedendo fino a un bivio a sud dell’Alp Praditschöl, dove si trovano delle panchine e una tavola informativa sulla Val S-charl e sul Piz Amalia, compreso uno schizzo dell’itinerario. Per continuare a salire (da qui, senza marcature), è consigliabile andare dapprima verso destra, percorrendo per circa 200 m il sentiero in direzione dell’Alp Praditschöl.

Alp Praditschöl – Piz Amalia e discesa verso S-charl

Prima dell’Alp Praditschöl, si lascia il sentiero e si sale nella direttissima attraverso pendii erbosi, alla volta di una marcata costa a destra del letto di un torrente senza nome. Sulla costa si individuano singole tracce lasciate da persone o bestiame. Verso la fine della costa, ci si tiene leggermente a destra, dove, in direzione nord-ovest, passando da pendii erbosi, si affronta una salita piuttosto ripida, ma davvero piacevole. A partire da ca. 2 550 m, ci si orienta di nuovo verso sinistra. Ora si ha davanti l’impressionante Piz Amalia, che, da questo lato, con l’interessante struttura rocciosa verticale a cenge, sembra inavvicinabile. Nella valle tra Piz Amalia e Piz Mezdi, si riconoscono chiaramente due terrazze a ca. 2 590 m e 2 650 m. Per raggiungere quella più alta, si attraversano pendii di erba e detriti fini. Qua, per un breve tratto, bisogna superare del pietrisco poco gradevole. L’ascensione al giogo tra Piz Mezdi e Piz Amalia (P. 2771) avviene leggermente a sinistra del fondovalle, su una traccia ben visibile, che conduce alla vetta passando dalla cresta settentrionale. Su alcuni passaggi scivolosi, caratterizzati da detriti fini su placche, è bene fare attenzione. Discesa dalla stessa strada fino a S-charl.

Informazioni complementari

Uscita e punto d`arrivo

S-charl (1808 m)

Autobus operativi solo in estate.

Difficoltà / Materiale

Il sentiero in Val S-charl è bianco-rosso. La salita dall’Alp Praditschöl è prevalentemente senza via e non segnalata. Ripidi pendii erbosi e detritici. Nell’area della vetta, si ritrovano delle tracce, ma con passaggi detritici scivolosi, che richiedono un passo sicuro. Da quanto comunicato dagli escursionisti, la cresta di vetta (cresta settentrionale) è soggetta a forte erosione. Pertanto, in futuro, bisogna mettere in conto difficoltà superiori.

Vetta limitrofa

Mot dal Gajer (2797 m)

Mot dal Gajer (2 796,6 m): all’uscita orientale di S-charl, si procede verso sud oltre il ponte, si attraversa il bosco alla volta di Ils Mürs (fino a qui, segnalato), poi, seguendo delle tracce (a tratti interrotte), si passa da Mot Mezdi e si arriva in vetta. 2¾ ore la salita, 1¾ ora la discesa, T3. Gajer significa avvoltoio. Forse, un tempo, in questa zona sono stati avvistati o abbattuti avvoltoi barbuti.

Mot Tavrü (2420 m)

Da S-charl, si segue la stradina per circa 500 m, tornando verso il museo minerario di Schmelzra. Poco prima del museo, si svolta a sinistra oltrepassando il ponte, si attraversa la Val Tavrü salendo fino a ca. 2 030 m, poi si passa dal versante orientale in direzione dell’Alp Tavrü e si sale sulla cresta meridionale. Da qui, si arriva in vetta. Marcature bianco-rosse e tracce fino in cima. La cresta di vetta si trova al confine col parco nazionale, che non può essere oltrepassato senza seguire i sentieri. 2½ ore la salita, 1¾ ora la discesa, T2.

Autore

Fredy Joss

Sabine und Fredy Joss

Escursionismo alpino, arrampicata e altri sport di montagna sono la passione di Sabine e Fredy Joss. Da molti anni, Fredy scrive e fotografa per la casa editrice del CAS e la rivista «Le Alpi». Sabine è biologa e capogita.

Il nostro consiglio

Gipfelziele Engadin

Berg- und Alpinwandern

Gipfelziele Engadin

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Tourenportal Jahres-Abo

Tourenportal Abonnemente

Tourenportal Jahres-Abo

Prezzo CHF 42,00
Familienausflüge zu SAC-Hütten

Hütten

Familienausflüge zu SAC-Hütten

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
SAC-Thermosflasche 0.5l

Outdoor

SAC-Thermosflasche 0.5l

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 43,00
Graubünden Süd

Skitouren

Graubünden Süd

Prezzo CHF 44,00
Prezzo per i soci CHF 34,00
Alpinwandern von Hütte zu Hütte

Hütten

Alpinwandern von Hütte zu Hütte

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Kombipaket Bergwandern und Alpinwandern von Hütte zu Hütte

Berg- und Alpinwandern

Kombipaket Bergwandern und Alpinwandern von Hütte zu Hütte

Prezzo CHF 88,00
Prezzo per i soci CHF 68,00
Feedback