Editoriale

Proposte di itinerari

Montagna sottosopra
Montagna sottosopra

Montagna sottosopra

La salita alla più alta vetta sangallese dal versante grigione è decisamente impegnativa, ma anche variata e beneficamente selvaggia.
Leggere l`articolo
Nel silenzio del Giglistock
Nel silenzio del Giglistock

Nel silenzio del Giglistock

Il Giglistock è conosciuto come meta sciescursionistica. Questo non è però un motivo per trascurarlo d’estate: esso offre infatti un itinerario alpino in uno splendido paesaggio d’alta montagna e un pizzico di avventura.
Leggere l`articolo
Un gioiello nella Silvretta
Un gioiello nella Silvretta

Un gioiello nella Silvretta

La Silvretta è soprattutto apprezzata dagli sciescursionisti, mentre per chi arrampica, la pietra friabile risulta meno attrattiva. Ma ci sono eccezioni: la parete sud del Fergenkegel offre un’esperienza avvincente in gneiss solido, ambiente alpino e, non da ultima, una simpatica capanna per autosufficienti.
Leggere l`articolo

Nuove vie

Sicurezza

L'opinione dei lettori

Capanne

L’arteria vitale
L’arteria vitale

L’arteria vitale

Hans Hostettler è un vero maestro quando si tratta di scovare l’acqua. Per il custode della Blüemlisalphütte, quest’ultima è un bene raro. Ma non è il solo: una capanna su cinque del CAS lotta contro gravi problemi di approvvigionamento.
Leggere l`articolo

Montagna e ambiente

Salita assistita
Salita assistita

Salita assistita

Con il boom delle bici elettriche, il mountain biking sta conoscendo un’impennata. Questo accresce la pressione su natura e paesaggio e i potenziali conflitti con gli escursionisti.
Leggere l`articolo

Scienze e storia

Palü e Bernina
Palü e Bernina

Palü e Bernina

Sono le reginette di bellezza del salone delle feste delle Alpi: il Piz Palü (3900 m), con i suoi tre pilastri della parete nord, e il Piz Bernina (4049 m), l’unico quattromila delle Alpi orientali. Il punto migliore dal quale osservare i gioielli del massiccio del Bernina è il Berghotel Diavolezza. Il Piz Palü è considerata una delle cime più belle delle Alpi, la Biancograt del Piz Bernina la quintessenza della cresta innevata.
Leggere l`articolo

Ai massimi livelli

Più di 18 quattromila di corsa
Più di 18 quattromila di corsa

Più di 18 quattromila di corsa

Nicolas Hojac e Adrian Zurbrügg hanno portato a termine lo «Spaghetti Tour» in circa 13 ore. Anche la guida Andreas Steindl intasca un record.
Leggere l`articolo
Telex dalla Svizzera
Telex dalla Svizzera

Telex dalla Svizzera

Dopo la pausa dovuta alla Covid-19, arrampicatrici e arrampicatori tornano alla roccia con molte prestazioni di spicco.
Leggere l`articolo

Vivere in montagna

Altri punti di vista
Altri punti di vista

Altri punti di vista

Con fotografie, disegni e filmati, Gabriela Gerber e Lukas Bardill condensano le diverse realtà del mondo della montagna – dal lavoro dei contadini al rumore dei rotori.
Leggere l`articolo
Con disciplina contro i rischi della ripetizione
Con disciplina contro i rischi della ripetizione

Con disciplina contro i rischi della ripetizione

La routine mantiene libera la mente; la routine fa perdere la concentrazione. Le guide che con i loro ospiti scalano centinaia di volte la stessa vetta conoscono vantaggi e rischi delle numerose ripetizioni. Ce ne parlano quattro «routinari».
Leggere l`articolo
Quando il pane si tagliava con l’accetta
Quando il pane si tagliava con l’accetta

Quando il pane si tagliava con l’accetta

Un tempo, il pane era l’alimento principale. Per risparmiare la legna da ardere lo si cuoceva solo poche volte all’anno – anche nelle Alpi vodesi. Fino alla metà del XIX secolo, lì la «flange» era l’unico pane che la popolazione consumava.
Leggere l`articolo

Servizi

Libri, film e pagine web

Novità del mercato

Feedback